Sulle condizioni di MUMIA

images

Aggiornamento n. 1 – data 5 agosto 2015

Mumia Abu-Jamal ha un’epatite C attiva, ma la prigione rifiuta il trattamento. Prison Radio chiede sostegno immediato per porre fine all’incuria medica SUBITO!

Dopo l’inarrestabile pressione da parte del team medico e legale, a Mumia è stato finalmente fatto l’esame del sangue per l’epatite C. Sabato 1 agosto, Mumia ha avuto dalla prigione l’informazione che la sua epatite C ha una carica virale attiva.

Ma quanto è novità per noi, non lo è per i suoi carcerieri. I funzionari della prigione sapevano che Mumia era positivo all’epatite C già dal 2012 – e non hanno fatto nulla. I medici indipendenti di Mumia ritengono che l’epatite C possa essere la causa delle debilitanti ferite aperte e della grave eruzione cutanea di Mumia.

Stiamo riandando in tribunale per chiedere giustizia per il nostro fratello e chiediamo il vostro sostegno per farlo.

Voi siete la ragione per la quale Mumia è vivo oggi. Il vostro sostegno ha mosso i passi decisivi che hanno reso possibile che Mumia sia ancora in vita. Di fatto, è grazie al vostro attivismo e ai vs. contributi che abbiamo potuto far pressione sul carcere perché finalmente venissero eseguiti i test per l’epatite C.

E ora, abbiamo bisogno che vi solleviate per Mumia un’altra volta.

Ieri gli avvocati di Mumia Bret Grote dell’Abolitionist Law Center e il co-difensore Robert Boyle di New York, hanno portato questo caso di negligenza medica in tribunale.

Nel frattempo, Prison Radio sta lavorando instancabilmente per assicurare che il team medico e legale di Mumia abbia le risorse per ottenere un trattamento immediato per Mumia.

E non possiamo farlo senza di voi.

Abbiamo bisogno del vostro aiuto oggi per garantire che la prigione tratti l’epatite C di Mumia subito!

Unitevi a noi oggi e chiedete che Mumia ottenga un trattamento immediato!

DONATE A: bit.ly/fight4mumia


Aggiornamento n. 2 – data 13 agosto 2015

Gli avvocati di Mumia, Bret Grote (Abolitionist Law Center) e il co-difensore Robert Boyle stanno preparando un’ingiunzione preliminare per chiedere trattamento medico e udienza immediati.

Nel frattempo, questa settimana Mumia è stato in grado di chiamare Prison Radio e di vedere i visitatori. Sembra stabile. I suoi consulenti medici indipendenti, pur essendo riusciti a rivedere le sue cartelle cliniche e a fargli visita nel parlatorio, si sono visti negare ancora una volta la capacità di condurre un esame medico indipendente.

In Germania e in Francia gli organizzatori hanno inviato oltre 80.000 cartoline per Mumia con la richiesta di trattamento e libertà.

E in un grande atto di solidarietà, la National Writers Union ha chiesto il trattamento immediato e il rilascio di Mumia.

Siamo al 30% del nostro obiettivo!

In soli 7 giorni, oltre 220 persone si sono sollevate per ottenere un trattamento immediato dell’epatite C per Mumia. Insieme, abbiamo già raggiunto il 30% del nostro obiettivo.

Se ogni singola persona che ha contribuito chiedesse a solo un’altra persona di fare lo stesso, ora saremmo già a metà strada verso il nostro obiettivo!

Se non avete ancora aderito alla nostra campagna per chiedere un trattamento per Mumia, ora è il momento. Cliccate qui per esigere che l’assistenza sanitaria sia un diritto umano!

 

Ai prigionieri in Pennsylvania viene negato il trattamento dell’epatite C.

53.000 persone sono attualmente in carcere nel solo stato della Pennsylvania, e un’enorme quota del 20% di questi prigionieri ha l’epatite C.

E son tutti esclusi dal trattamento.

Il 12 giugno 2015 è stata trasmessa una class-action per combattere la negazione sistematica da parte delle prigioni delle cure mediche necessarie per i detenuti con diagnosi di epatite C a carica virale.

Sotto ogni punto di vista, Mumia è al livello più alto di priorità e probabilità di essere trattato data la gravità delle sue condizioni. Sostenere Mumia apre la strada a migliaia di prigionieri in Pennsylvania con l’epatite C per ricevere il trattamento.

Unitevi a noi nel dire Io reclamo il trattamento ADESSO – per Mumia  e per tutti i prigionieri.

 

Guida all’Azione

Mumia deve vivere!

Date un’occhiata alla nostra dettagliata guida all’azione per approfondire il vostro coinvolgimento nella difesa del diritto di Mumia alle cure mediche.

Poi, Vi preghiamo di chiamare i numeri qua sotto per chiedere un trattamento immediato per l’epatite C ADESSO! Le nostre chiamate possono invertire la tendenza.

Pennsylvania DOC Secretary John Wetzel (Segretario del Dipartimento Penitenziario)
717-728-2573
ra-crpadocsecretary@pa.gov

PA Governor Tom Wolf  (Governatore della Pennsylvania)
717-787-2500
717-772-8284 (fax)
www.governor.pa.gov/contact
Superintendent SCI Mahanoy John Kerestes (Sovrintendente dello State Correctional Institute di Mahanoy)
570-773-2158 ext. 8102

Correct Care Solutions Founder Jerry Boyle (Fondatore del Correct Care Solutions, la divisione che ha l’appalto per le cure mediche nelle carceri della Pennsylvania)
800-592-2974 ext. 5710
jboyle@correctcaresolutions.com

 

Luchando por la justicia y la libertad,
Noelle Hanrahan
Direttore di Prison Radio

 

Per donare con assegno: 
PO Box 411074
San Francisco, CA
94141

Per lasciti o donazioni con titoli azionari:
Noelle Hanrahan
(415) 706 – 5222

Leave a Reply